RecensioneItalia
    Conti correnti online, sono sicuri? Il caso Widiba
    13-05-2019

    Conti correnti online, sono sicuri? Il caso Widiba

    Nel nostro mondo tecnologicamente avanzato, sempre più aziende puntano la propria attenzione su nuovi generi di servizi, per mezzo dei quali creare innovative economie personalizzate in base alle specifiche esigenze di ogni utente; un processo iniziato con la virtualizzazione del denaro e la nascita delle classiche carte di credito, ma che oggi vede coinvolti attori e prodotti che prima difficilmente ci si poteva immaginare.

    Se in passato infatti il settore economico e finanziario è stato costantemente sottoposto al monopolio di banche e immensi istituti, grazie allo sviluppo di strumenti digitali più avanzati e monete virtuali come gli ormai famosi Bitcoin, oggigiorno vi sono tantissime soluzioni create appositamente a supporto del consumatore e delle sue specifiche esigenze private e professionali; tra queste, di massima importanza sono di sicuro quelle che puntano la loro efficacia su privacy, sicurezza e trasparenza, poiché a ben vedere questi sono proprio quei valori fondamentali ricercati dagli stessi utenti per soddisfare al meglio ciascun bisogno.

    Piattaforme online, Forex Exchange e sistemi wireless
    Alcune delle soluzioni economiche e finanziare più interessanti sono certamente quelle offerte da parte delle numerose piattaforme online, grazie alle quali è possibile conservare, trasferire e gestire il proprio denaro per mezzo di un semplice account. Simili sistemi vengono ritenuti quelli di più semplice utilizzo, e quindi user-friendly, soprattutto per il fatto che non richiedono eccessivi passaggi burocratici per poter essere utilizzati, così come per la grande indipendenza di cui può usufruire ogni consumatore: non essendo collegati ad istituti di credito, queste piattaforme online sono in grado di azzerare i costi di commissione e garantire così anche un maggior risparmio a coloro che decidono di utilizzarle a supporto delle proprie necessità economico-finanziarie.

    È innegabile d’altro canto che, spesso, proprio per la facilità con la quale è possibile aprire un account e di conseguenza depositare il proprio denaro, vi è la possibilità di andare incontro a spiacevoli sorprese e da un giorno all’altro ritrovare il proprio conto prosciugato dei risparmi raccolti fino a quel giorno; per evitare simili vicissitudini, è sempre opportuno avere la sicurezza che dietro la piattaforma online alla quale ci si desidera rivolgere vi sia un team di esperti, nonché specialisti in grado di badare realmente alla sicurezza del denaro digitale che circola nel ciberspazio: ogni giorno vengono condotto attacchi cibernetici a danno di target random e soltanto impiegando adeguati sistemi di difesa informatica, è possibile assicurare massima protezione ai consumatori.

    A volte infatti, non bastano addirittura gli sforzi profusi da grandi aziende che puntano molto proprio sulla sicurezza dei sistemi informatici messi a disposizione dell’utenza, come ad esempio è successo nel caso dell’attacco cibernetico condotto ai danni di Cryptopia, la piattaforma neozelandese tra le più famose nel settore degli exchange di criptomonete: nonostante ogni giorno vengano sviluppati strumenti sempre più sicuri come ad esempio la famosa blockchain sulla quale si basano la maggior parte di simili piattaforme online per Bitcoin e simili, vi sono altrettante minacce in agguato e impossibili da prevedere con certezza, con la conseguenza che anche essendo dotati dei sistemi di massima sicurezza più efficaci al mondo, vi è la perenne possibilità di un attacco hacker ai propri danni.

    Proprio di recente, utilizzando un computer quantico alcuni ricercatori sono riusciti a modificare intenzionalmente alcune informazioni di una particolare blockchain, sfatando così proprio il mito sul quale si basa l’intero sistema della stessa, ovvero la concreta impossibilità che alcuni attori possano modificare i dati conservati sui singoli blocchi della catena per trarne vantaggio. Computer quantici e intelligenza artificiale costituiscono due strumenti duali da comprendere e amministrare con cura, poiché questi rendono obsoleti molti dei sistemi che oggigiorno vengono impiegati dai consumatori a supporto delle proprie esigenze economiche e finanziarie; vi sono ad esempio banche che ancora utilizzano sistemi di cifratura con codici preimpostati che rendono impossibile modificare le chiavi di accesso con cadenza desiderata, con la conseguenza che basta un semplice software intelligente affinché, nel giro di qualche mese, possano essere scoperte le password a protezione degli stessi.

    Il caso Widiba
    Viste le condizioni del mercato e tutte le difficoltà che vi sono nel garantire al consumatore adeguata sicurezza, è molto importante favorire la crescita di quegli attori che siano realmente in grado di badare alle necessità dell’utente e promuovere così l’evolvere di meccanismi a supporto del benessere di chiunque.

    Widiba ad esempio è una nuova realtà affidabile che nasce dall’incontro degli interessi di specialisti del settore economico-finanziario, con l’obbiettivo di creare un sistema sempre più sofisticato che sia tanto capace di garantire protezione, quanto trasparenza e indipendenza; una piattaforma online correlata da prodotti e servizi che vengono interamente definiti sulle specifiche necessità di ogni singolo utente, affinché ciascuno possa godere delle soluzioni più adatte.

    Possibilità di aprire un conto corrente con zero spese, interessanti tassi di interesse annui sui vincoli a sei mesi, chiave di accesso vocale alla banca Widiba, assistenza al cliente costante, carte di credito con circuito Mastercard e Visa Electron, nonché sistemi di pagamento wireless con smartphone come Apple Pay, Google Pay e la stessa app conto Widiba.

    Una realtà italiana che si sviluppa dal gruppo Montepaschi di Siena con la volontà di creare un sistema che faccia dell’esperienza bancaria e delle nuove potenzialità garantite dalle tecnologie di nuova generazione, il fulcro del suo business a supporto del consumatore. L’essere affidabile di Widiba deriva quindi dall’esperienza bancaria da cui proviene.

    Ma Widiba è sicura? Come è possibile leggere sullo stesso sito di Widiba, così come su quello di Hype, Wirex e altre simili piattaforme di pagamento, qualsiasi sia lo strumento scelto a supporto dei propri risparmi è sempre importante fare attenzione alle truffe, poiché queste sono perennemente in agguato tanto quanto le minacce informatiche.

    Evitare di rivelare le proprie credenziali, non inviare denaro a sconosciuti se non dopo averne verificato l’identità, non cliccare link che promettono vincite facili o al contrario richiedono pagamenti in virtù di scadenze, così come installare dispositivi antivirus in grado di proteggere da attacchi di phishing, money mule e social engineering, costituiscono tutte accortezze che aumentano il grado di protezione di cui può godere ogni utente.

    Per maggiori informazioni e opinioni sulla qualità di Widiba e simili servizi, è inoltre possibile inoltre rivolgersi a piattaforme di recensioni come la ormai famosa RecensioneItalia e prendere così visione dei consigli di quegli stessi consumatori che, avendo già usufruito di simili sistemi, sono in grado di esprimere pareri a riguardo e guidare così gli altri utenti verso quelle soluzioni che si sono rivelate di maggiore efficacia.

    Collegato