RecensioneItalia
    N26: un conto corrente sul tuo smartphone
    02-07-2019

    N26: un conto corrente sul tuo smartphone

    Lo scopo di RecensioneItalia è aiutare i nostri lettori a essere più informati e consapevoli sui loro acquisti grazie alle recensioni scritte dai nostri utenti. Ovviamente, non potevamo trascurare uno degli aspetti più importanti per la vita di oggi: la scelta del proprio conto corrente. Sul nostro sito abbiamo recensioni di molti conti, banche, carte prepagate o carte di credito, e oggi vogliamo parlarvi nel dettaglio di N26, un conto corrente che potete aprire e gestire direttamente dal vostro smartphone.

    Leggi le recensioni dei nostri utenti: N26 recensioni
    Cos’è N26?
    N26 è una banca diretta con sede in Germania, fondata nel 2013 da Valentin Stalf e Maximilian Tayenthal, operativa in tutta l’Eurozona ad eccezione di Malta e Cipro. Questa banca, che si autodefinisce “The Mobile Bank” poiché non ha sedi fisiche al di fuori della Germania e funziona più come un’app che una banca, offre un conto corrente che può essere aperto direttamente tramite smartphone in meno di 8 minuti.

    Come aprire un conto N26?
    È possibile aprire un conto corrente N26 da qualsiasi paese in cui la banca è operativa. Per prima cosa, bisogna installare l’app ufficiale del servizio, disponibile sia per Android che per MacOS, e aprirla. Una volta dentro, basta cliccare sulla voce Crea un conto e seguire le istruzioni un passo alla volta. Dopo aver inserito i dati necessari per ricevere la propria carta N26, che fa parte del circuito Mastercard, dovrete specificare che tipo di conto desiderate aprire, confermare la vostra identità inviando una foto di un documento e confermare il telefono a cui desiderate associare il conto. Detto, fatto: avete appena creato il vostro conto n26! Ci vuole più tempo a leggere le istruzioni che a farlo.

    Tipi di conto corrente N26: Base, Black e Metal
    I nuovi clienti possono scegliere 3 tipi di conto corrente: Base (che comprende l’opzione N26 Business), Black e Metal. Ad ognuno di questi conti corrisponde un diverso tipo di carta N26 dal design diverso: trasparente per i conti Base, nera e metallizzata per gli altri due.

    I conti n26 Base e Business sono gratuiti e sono dedicati ai privati e ai titolari di Partite IVA. Non hanno vincoli di durata minima e consentono di svolgere tutte le operazioni di home banking di cui un privato può avere bisogno:
    • inviare bonifici e pagamenti gratuiti, anche in valuta estera
    • vedere il saldo attuale
    • controllare la lista movimenti e le statistiche mensili
    • bloccare momentaneamente i pagamenti online
    • modificare i limiti di spesa e di prelievo
    • bloccare i pagamenti all’estero

    Con questo tipo di conto è possibile fare 5 prelievi gratuiti al mese da qualsiasi ATM, dopodiché si paga una commissione di 2€ per ogni prelievo extra. Inoltre, se si ritirano soldi in un paese che utilizza una valuta diversa dalla propria, si paga una commissione dell’1,7%.

    Il conto corrente N26 Black, che include una carta Black Mastercard, ha un costo fisso di 5,90€ al mese e ha un vincolo di durata minima di dodici mesi. In aggiunta ai servizi offerti dai conti Standard e Business, questo conto comprende un’assicurazione che copre:
    • furto cellulare,
    • viaggi,
    • protezione furto ATM,
    • garanzia estesa,
    • protezione acquisti

    Inoltre, a differenza dei conti N26 Base, il conto Black non prevede commissioni per il ritiro di denaro in valuta estera (ad eccezione dei 2€ dopo i 5 prelievi mensili).

    Il conto N26 Metal costa 14,90€ al mese e, oltre ai servizi previsti dal conto Black, offre spedizioni Express gratuite, offerte Partner esclusive e un’ Assistenza Clienti dedicata.

    N26: costi e limiti
    Sebbene i costi dei conti N26 Black e Metal siano un po’ elevati se considerati su base annua, il conto Base è molto accattivante per i privati sia per il costo nullo, sia per i limiti di spesa molto alti. Il conto N26 non ha limiti di versamenti giornalieri, mensili o annuali, né un limite di importo massimo sul conto. Il limite di prelievi giornalieri dagli sportelli è di 2.500€ (quello mensile è di 75.000€) e il limite di spesa per singola operazione è di 5.000€.

    Come ricaricare il proprio conto N26?
    Avere una banca nel proprio smartphone è sicuramente interessante, ma come si fa a ricaricare il proprio conto se è impossibile recarsi in filiale per depositare il proprio denaro? Ci sono solo due modi per ricaricare il proprio conto N26: tramite un bonifico verso l’IBAN associato oppure sfruttando l’opzione di richiesta disponibile nell’app.

    Per richiedere denaro bisogna avere nella propria lista di contatti l’utente a cui si vuole richiedere denaro (è possibile importare i contatti manualmente o dalla rubrica del proprio smartphone, attraverso la funzione Importa Contatti, che riconosce i numeri degli altri utenti N26 e li aggiunge alla vostra lista). Una volta aperta la lista, bisogna selezionare la persona a cui inviare la richiesta, specificare l’importo desiderato e cliccare sul pulsante Richiesta. Grazie alla funzione Moneybeam, il trasferimento sarà istantaneo.

    Questo potrebbe essere un punto di svantaggio per N26, perché per caricare denaro già in proprio possesso bisognerebbe disporre di almeno un’altra carta o di un amico iscritto al servizio che accetti di fare il bonifico in cambio del denaro in contanti. Tuttavia, in molti confidano che presto arriveranno delle sedi fisiche anche in Italia e che il problema si risolverà.

    Supporto Clienti - Contatti N26
    Per gli utenti che non dispongono di un conto Metal, che offre un’assistenza clienti dedicata, c’è una sezione FAQ e articoli utili sul sito di N26. Inoltre, è possibile mettersi in contatto con il supporto clienti di N26 telefonando al numero +390694801584 dal lunedì al venerdì (7:00 - 21:00) e il sabato (9:00 - 18:00)

    E’ possibile pignorare un conto N26?
    In molti si chiedono se, non avendo una sede fisica in Italia, i conti correnti n26 siano pignorabili. In realtà, il luogo in cui il conto ha sede fisica è ininfluente: tutte le carte conto italiane o di paesi comunicanti con l’Italia, se legate ad un nominativo reale, possono essere pignorate, compresa ovviamente quella di N26.

    Inoltre, qualora il cliente non rispettasse alcune norme contrattuali (come il limite di tempo massimo prima della conferma della propria identità), N26 si riserva il diritto di chiudere il conto e, in quel caso, come riportato da Il Sole 24 Ore, eventuali rimborsi possono richiedere parecchio tempo per arrivare.

    N26: opinioni a confronto
    Ora sapete tutto quello che c’è da sapere su N26 e non vi resta che conoscere le opinioni di chi già ne ha fatto uso. Molti siti e portali parlano di questo conto corrente “tascabile” e, sebbene i limiti alti, la comodità di gestione e addirittura il design delle carte N26 siano accattivanti, alcuni elementi come i costi dei conti Black e Metal, o il fatto di non percepire interessi sul denaro depositato, costituiscono dei punti a sfavore. Inoltre, diversi utenti suggeriscono di ottimizzare il sistema di rendicontazione delle spese e degli introiti. Alcuni siti (come Altroconsumo) sostengono che è possibile trovare conti correnti più convenienti, mentre altre campane la presentano come la rivoluzione dell’home banking. Le opinioni su questa mobile bank sono quindi molto variegate. Voi che ne pensate? Siete titolari di un conto corrente N26? Scrivete anche voi una recensione nell’apposita sezione, e fateci conoscere la vostra opinione!

    Collegato