Le Ordinazioni Online per il Settore Food & Beverage: Benefici e Prospettive

Le Ordinazioni Online per il Settore Food & Beverage: Benefici e Prospettive

Cibo & Bevande

Il comparto Food & Beverage è quello che più di tutti ha beneficiato dell'innovazione digitale. In realtà, il Take Away è in voga da parecchi anni, e l'introduzione delle ordinazioni online con il fiorire dei servizi di delivery non ha fatto altro che ottimizzare il processo di ordine e consegna, ampliando notevolmente l'offerta.

Nel 2020 il settore ha registrato una crescita ancora più marcata, per via dell'emergenza sanitaria causata dalla pandemia di Covid-19 la quale ha costretto ristoranti, bar ma anche supermercati e negozi a chiudere le loro attività fisiche e a sperimentare servizi di consegne a domicilio, creando direttamente dei propri store e-commerce oppure servendosi delle opportunità offerte dalle piattaforme online già presenti sul mercato e dai vari servizi di delivery.

Secondo uno studio dell'Osservatorio eCommerce B2c del Politecnico di Milano e di Netcomm, nell'anno della pandemia gli acquisti online dei consumatori italiani su siti italiani ed internazionali sono cresciuti di circa il 55%  raggiungendo un valore record di 2,5 miliardi di euro, circa un miliardo in più rispetto al 2019.

La fetta più grande di questo mercato spetta all'alimentare, pari all'87% dell'intero ammontare, a sorprendere sono i prodotti da supermercato, i quali registrano una crescita dell'85% rispetto al 2019, con un valore totale di 854 milioni, al secondo posto sul podio troviamo il food delivery con 706 milioni ed una crescita del 19% e poi abbiamo l'enogastronomia, con prodotti di nicchia quali ad esempio il vino, con un valore di 589 milioni ed una crescita consistente del 63%.

Quindi la spesa online è quella che ha avuto maggiore incidenza. D'altronde lockdown e le paure dei consumatori hanno ridotto di molto la reticenza degli italiani nell'utilizzo dell'eCommerce pure per l'acquisto di beni di prima necessità. Infatti, nonostante il comparto fosse in crescita anche nel 2019, con un +40% rispetto all'anno precedente, l'incidenza era ancora molto bassa, infatti rappresentava comunque soltanto l'1,1% degli acquisti retail. Il mercato sembra aver raggiunto invece una buona maturità e la domanda online di prodotti alimentari in alcuni casi è decuplicata.

La quarantena ed in generale l'emergenza della pandemia di covid-19 hanno stimolato il processo di digitalizzazione delle aziende del settore alimentare, il quale ha raggiunto una copertura capillare su tutto il territorio nazionale. Ti basterà consultare le recensioni dei migliori negozi online cibo e bevande per trovare quello più adatto alle tue necessità.

Spesa a Casa: italiani sempre più affascinati dalle ordinazioni online
Il coronavirus ha accresciuto la domanda di servizi di spesa online. Allo stesso tempo, anche i negozi più piccoli si sono visti costretti a velocizzare l’inevitabile processo di digitalizzazione pur di soddisfare una domanda cresciuta esponenzialmente.  Un aspetto fondamentale è costituito dal servizio di spedizione, ad inizio emergenza infatti anche catene della grande distribuzione, quali ad esempio Esselunga e Pam, hanno visto salire gli ordini fino a 90 mila al giorno, mentre abitualmente si attestavano su circa i 3mila al giorno. Questo boom ha costretto le aziende a scaglionare e ritardare il servizio di consegna della spesa a domicilio, che in alcuni casi impiegava all’inizio anche 10 giorni per una consegna.

Per quanto la pandemia abbia accelerato questo processo, in realtà già da qualche anno la spesa online si sta trasformando in un'opportunità reale per aziende e consumatori. I vantaggi sono molteplici.

Fino a questo momento sono state soprattutto donne giovani, sotto i 34 anni e laureate a scegliere questo modo di fare la spesa. I motivi principali sono stati il risparmio di tempo e la ricerca della convenienza e della qualità. Anche la possibilità di pagare con un click e la consegna a casa hanno incentivato l'aumento di interesse per la spesa a domicilio. Infine, la vastità del catalogo a disposizione, con la possibilità di confrontare i prezzi e le marche sono un elemento di comodità molto apprezzato.

Fino ad ora, l'unico vero freno è rappresentato dal fatto di non poter toccare con mano i prodotti e non sapere cosa ricevi, anche se chi ha sperimentato il servizio sembra esserne molto soddisfatto.

Dove comprare cibo online? Quali scelte ci sono?
Il settore della spesa online somiglia sempre di più a quella tradizionale. Viste infatti le opportunità di crescita che la rete offre, aziende di tutti i tipi e dimensioni si sono affacciate al mercato andando ad incrementare la gamma di prodotti in vendita. Ora, è possibile acquistare online una vasta tipologia di prodotti, che va da quelli generici e di consumo, a prodotti più di nicchia quali possono essere salumi, o altri prodotti freschi e tipici di una particolare zona di produzione. Il proliferare di piattaforme online per la vendita che offrono anche servizi di gestione degli ordini e di spedizione efficienti, ha infatti permesso anche a piccoli negozi di nicchia di potersi affacciare all'eCommerce senza troppe spese. Molti dei quali, dopo una fase di sperimentazione positiva, hanno deciso di investire creando il proprio store.

Ce n'è quindi per tutti i gusti e generi. 

Per quanto riguarda l'acquisto di beni di consumo generici, la scelta è infinita. Oltre alle classiche catene di distribuzione, anche Amazon con Amazon Prime Now ha messo a disposizione una sezione dove è possibile fare la spesa tra migliaia di prodotti, dagli alimentari, freschi e surgelati, alle bevande, prodotti per la cura della persona ed idee regalo, giocattoli, elettronica ed altro ancora. La spedizione è rapida ed i prodotti vengono consegnati entro 1 o 2 ore.

Un altro store che vale la pena citare è senza dubbio La spesa 24. Parliamo di un sito per fare la spesa online, aperto 24 ore su 24. L'azienda accetta ordini su tutto il territorio nazionale, utilizzando i corrieri più indicati per ogni zona, e con una forte attenzione alla celerità della spedizione, soprattutto per quei prodotti che tendono a deteriorarsi facilmente. La consegna è garantita entro le 24 o 48 ore. Le categorie di prodotti presenti sul sito sono: alimentari e bevande; igiene case, casalinghi e pulizie; cura della persona ed animali. Leggi le recensioni di La Spesa 24.

Oltre ad i siti generalisti se ne trovano diversi per l'acquisto di determinati beni di nicchia. Si possono trovare negozi online per vegani e/o vegetariani, store di prodotti tipici o altri che vendono soltanto prodotti biologici ed altri ancora.  Probios, ad esempio, è un sito specializzato nella vendita di prodotti biologici vegetariani. L'azienda promuove da più di 35 anni la coltivazione di materie prime nel rispetto dell'uomo e della natura, e da molti anni commercializza linee di prodotti adatti a chi deve, o vuole, seguire regimi alimentari specifici. Probios è presente in più di 45 paesi nel Mondo e dallo store online è possibile acquistare più di 835 prodotti Bio e circa 462 alimenti senza glutine.

Oltre a quelli già citati, sono davvero tanti i negozi che permettono di acquistare alimenti online. Un numero che cresce di anno in anno e che promette di rivoluzionare il comportamento di acquisto delle persone.

Drink Delivery: l'ultima evoluzione del mondo delle ordinazioni online

L'Ecommerce nel Food & Beverage è evoluto negli ultimi anni, tanto da accontentare anche le esigenze del pubblico di nicchia. Già da tempo, oltre al piatto preferito, o alla spesa è infatti possibile acquistare vino online ed altre bevande. Oltre alle cantine, diversi siti sono proprio specializzati nella vendita alcolici. Il successo è stato grande fin dal principio, tanto che si è passati ad una fase successiva, quella del drink delivery.

Acquistare vino online: mai più una cena senza la tua bottiglia preferita
Una serata con amici o una cena galante sono sempre accompagnate da un calice di vino rosso o bianco il quale crea un'atmosfera unica e piacevole. Non tutti però hanno il tempo di andare in enoteca per acquistare una bottiglia di vino. Grazie alle piattaforme di wine delivery è ora possibile acquistare vini e riceverli ad una temperatura perfetta nell'arco di pochissimo tempo. Se invece il tuo problema è quello di avere i vini che ami sempre a tua disposizione, ti basterà visitare un'enoteca online, o un wineshop,  e comprare i prodotti che preferisci. Gli ordini vengono consegnati nell'arco di pochi giorni. La vendita vini online è una realtà affermata, come testimoniano i successi di wineshop internazionali quali Vivino Wineowine, oppure anche l'enoteca online xtraWine. Tutte aziende che in pochissimo tempo sono riuscite ad affermarsi nel panorama internazionale e con fatturati costantemente in crescita.

Birra, Liquori ed altri alcolici direttamente a casa tua
L'offerta delle app di drink delivery non si ferma soltanto ad i vini. Per esempio Winelivery, permette di ordinare tramite app anche birra o ed altri drink. Una volta eseguito l'ordine tramite app, da un produttore nelle vicinanze, l'azienda si occuperà di consegnare i prodotti nell'arco di 30 minuti ed alla temperatura ideale. Si possono inoltre trovare diverse enoteche e shop che vendono  alcolici di tutti i tipi dal loro sito eCommerce occupandosi direttamente della spedizione.

La stessa cosa per l'acquisto di altre bevande analcoliche. Dal sito di Eataly, oltre a cibo, vini ed altri alcolici, si possono acquistare anche altre bevande da produttori di tutti i territori d'italia. Così come Eataly ci sono diversi store che permettono di acquistare analcolici e bevande di tutti i tipi.

Take Away e Delivery: Come i ristoranti sopravvivono alla pandemia di Covid-19
I ristoranti, bar ed altri locali del settore sono tra le attività che più di tutte stanno pagando le conseguenze della crisi economica causata dalla pandemia. Le restrizioni anti-assembramento infatti hanno impedito a tutte queste attività di lavorare a pieno regime con ovvie conseguenze in termini di fatturato. Tanti di questi locali non sopravviveranno alla crisi, altri sono riusciti a sopravvivere grazie al cibo da asporto e le consegne in casa. Basti pensare che nel 2020 sette italiani su 10 hanno deciso di ordinare cibo online da servizi di consegna a domicilio.

Il 28% degli italiani ha utilizzato app consegna a domicilio quali ad esempio Gloovo, Deliveroo, Uber Eats e JustEat, mentre il 12% ha effettuato ordini tramite il sito del locale, o tramite social, telefono e whatsapp. D'altronde basta fare una breve ricerca con Trip Advisor per scovare tutti i ristoranti con consegna a domicilio. Questi i dati che emergono da uno studio dell'Osservatorio "The World After Lockdown" di Nomisma e Crif.

Il comparto ha raggiunto un giro di affari pare a 706 milioni ed un +19% rispetto al 2019. Il digitale ha trainato questa crescita, infatti le ordinazioni online rappresentano 25% del totale. Le vendite con il delivery sono quintuplicate rispetto al 2016, e circa l'82% prevede che utilizzerà il take away e il food delivery anche nel 2021.  Questo settore è destinato a crescere nei prossimi anni. A prescindere di quali saranno le condizioni delle pandemia, gli italiani dimostrano di apprezzare il servizio di consegna a domicilio e l'utilizzo delle app per gli ordini.

Conclusione
Il food delivery non è più visto come un esperimento con prospettive incognite. Anzi, soprattutto nella situazione di emergenza attuale, ha dimostrato una forte resilienza ai fattori esterni, permettendo sia a grandi che piccole realtà di sopravvivere ad una crisi del settore che poteva creare ancor più danni. Le opportunità offerte dal digitale sono enormi, e il settore si dimostra uno dei più ricettivi ed in grado di coglierle. I consumatori si fidano delle nuove tecnologie, ed amano sfruttarle per fare i loro acquisti di prodotti alimentari.

Più Cibo & Bevande