Menu di Natale: cosa mangiare quest’anno per le feste

Menu di Natale: cosa mangiare quest’anno per le feste

Cibo & Bevande

Si avvicinano le vacanze di Natale, e in molti già pensano a cosa cucinare per il giorno più “rosso” dell’anno. Tante idee, dagli antipasti ai dolci natalizi, per vivere un cenone di Natale ed un pranzo in famiglia diversi dagli altri senza però rinunciare alla tradizione.

Ricette natalizie per iniziare i festeggiamenti
“Cosa si mangia a Natale?” Parenti ed amici hanno iniziato a chiederlo, e non è ancora facile dare una risposta. Per non trovarsi presi alla sprovvista bisogna cominciare proprio dall’inizio, introducendo antipasti e primi piatti.

Gli antipasti di Natale costituiscono forse la parte in cui più potersi sbizzarrire senza pensare alle nonne che brontolano per il mancato rispetto della tradizione. Si passa infatti dal più classico tagliere di salumi e formaggi alle rivisitazioni gourmet di altre pietanze. Lo spazio per stupire i propri commensali è perciò sicuramente tanto.

Tra le scelte un po’ più gustose, inoltre, ogni genere di fritto: dai panzerottini alla pasta lievitata, olive ascolane, crocchette e crocchè, arancinetti e tutte le variazioni del caso. Altri, invece, possono volersi addentrare in delle proposte più ricercate, e decidere di cucinare le capesante oppure dei tortini di acciughe.

I primi piatti, invece, variano molto di più a livello regionale. Tra le ricette natalizie più comuni le lasagne (in tutte le varianti possibili) e i cannelloni, ma anche i passatelli o i tortellini in brodo e i canederli trentini. Alcuni, invece, preferiscono mangiare pesce in occasione delle festività, e amano molto i primi come gli spaghetti alle vongole o ai frutti di mare. Irresistibili anche le linguine all’astice o il risotto con gamberi e agrumi. Molto piacevoli anche le variazioni come la pasta al salmone con pesto di pistacchi. 

Carne o pesce? I secondi della cena di Natale
Proprio ritornando sul binomio carne-pesce arriva il momento di riflettere su quali siano i secondi piatti perfetti. Non può infatti mancare il secondo alla cena di Natale, che può essere scelto all’interno di una vasta selezione.

Una fortuna per gli amanti del pesce, che tradizionalmente sono fortunati proprio in occasione del cenone. La Vigilia, infatti, è un giorno di digiuno, e non si dovrebbe mangiare la carne. Per questo motivo si può fare un ottimo arrosto di pescato. Ma il re del Natale è sicuramente il salmone affumicato. Altre ottime idee possono essere i gamberoni al limone o allo champagne e il baccalà in umido.

Per chi invece preferisce comunque festeggiare mangiando carne, sicuramente non può mancare l’arrosto o il cappone. Alcuni, inoltre, apprezzano molto il filetto in crosta, oppure altri piatti più elaborati come il falsomagro. Caratteristico per il suo ripieno di salumi e uova sode, si tratta di una sorta di polpettone cotto nel sugo. E sicuramente decisamente poco magro!

Tradizionalmente, invece, era molto comune che venissero consumati i prodotti accumulati durante l’anno, come possono essere i salumi, le salsicce fresche e secche e i cotechini. In alcune zone, invece, si mangiavano forti e saporiti piatti di trippa.

Come contorno ottima l’insalata di finocchi e arance, i carciofi fritti o alla giudia, o anche le patate duchessa. Per non far mancare carboidrati alla gioia del Natale, poi, in molti apprezzano le cosiddette “patate sabbiose”, una ricetta un po’ rustica ma molto saporita per accompagnare carne e pesce, e che può essere variata a seconda del tipo di condimento che viene utilizzato per il secondo piatto.

Il fine pasto, dolci idee menu Natale
A concludere, oltre a caffè ed ammazzacaffè, ci sono sicuramente una varietà quasi interminabile di dolci natalizi. Oltre ai grandi lievitati come panettoni e pandori - che possono essere acquistati sia in versione artigianale che semi-artigianale - ad addolcire il palato anche torroni e frutta secca di ogni tipo. Per chi, invece, vuole avventurarsi anche nella preparazione del dessert, sempre apprezzati anche il tiramisù e i mostaccioli, tipici campani.

La preparazione dei biscotti di pan di zenzero, invece, può diventare un’ottima occasione di condivisione familiare: si può decidere, infatti, di farli con diverse formine e, poi, decorarli insieme ai più piccini usando cioccolata e quant’altro.

E per chi non vuole rimanere a casa?
Sempre più famiglie italiane, però, decidono di organizzarsi prenotando in ristoranti, sale ricevimenti oppure in gastronomie d’asporto per non dover cucinare e potersi godere una giornata senza troppi sforzi. 

Per questo motivo ormai decine e decine di locali decidono di preparare menù delle feste un po’ costosi, ma allo stesso tempo deliziosi e perfetti per chi non può permettersi di pagare il pasto a una famiglia molto grande. Al pasto in sè, inoltre, vengono spesso associati spettacoli, musica e serate danzanti. Chiaramente, a causa del covid ci sono stati restringimenti anche per questo tipo di eventi, e molto probabilmente sarà richiesto il super green pass anche a chi decide di festeggiare il Natale in un modo diverso.

Più Cibo & Bevande