Come ottenere prestiti online veloci: guida passo per passo

Come ottenere prestiti online veloci: guida passo per passo

Crediti & Prestiti

Ricevere un prestito nel minor tempo possibile fino a qualche tempo fa era praticamente impossibile, a meno che non si trattasse di quantità irrisorie di denaro. Oggi, invece, attraverso la presenza di sempre più portali online, è praticamente un gioco da ragazzi.

Prestiti online veloci: una nuova realtà sul mercato

Forse non tutti lo sanno, e in molti ancora non si fidano. Sempre più istituti bancari e di credito, però, permettono ormai di richiedere prestiti attraverso i loro portali online. Ma non solo: questi possono anche essere concessi in tempistiche praticamente nulle, arrivando a fornire i soldi necessari ad un investimento anche nel giro di 24 ore.

Opzioni da tenere sicuramente a mente, soprattutto quando ci si trova in difficoltà per un’emergenza di qualsiasi tipo, o per una qualsiasi ragione d’urgenza nell’acquisto di un determinato bene o servizio. In poche parole, così, attraverso un modulo online è possibile risolvere i propri problemi ed attivare un credito a consumo.

Le caratteristiche di un prestito immediato

Come una qualsiasi forma di credito a consumo, un prestito immediato è a breve termine - sono perciò esclusi crediti come i mutui. Per questa ragione solitamente è concesso per somme di denaro relativamente basse, ovvero per crediti tra i 1.000 e i 30.000 euro da rateizzare nel corso di qualche anno.

I requisiti, quindi, sono più o meno gli stessi: la presenza di garanzie quali busta paga, il CUD per i lavoratori dipendenti e la dichiarazione dei redditi per lavoratori autonomi. In alternativa, è possibile fornire il nominativo e le credenziali di un garante che sia disposto a pagare al posto del richiedente in caso di assenza di fondi.

Come fare la richiesta online di prestito

In molti preferiscono non fidarsi ancora dei portali online che forniscono questo genere di servizi, perché non conoscono con esattezza quali siano le procedure necessarie e preferiscono affidarsi ad una persona che li guidi. Questo, però, li esclude dalle finanziarie come quella del prestito Younited, ponendoli in difficoltà nel momento in cui devono affrontare delle spese urgenti. Diventa quindi importante avere a disposizione una guida passo per passo che possa risolvere ogni possibile dubbio, e che tenga conto delle diverse necessità di tutti coloro che sono interessati a ricevere un prestito.

Il primo passo: il modulo per prestiti veloci

L’inizio è sempre la parte più importante. Nel caso dei prestiti immediati consiste in un modulo online in cui bisognerà inserire una serie di dati:

  • I propri dati anagrafici e domicilio

  • Le finalità del finanziamento online

  • L’importo del prestito veloce

  • La durata in anni nel corso del quale si intende ripagare

  • Assicurazioni a copertura del rischio vita e invalidità

  • L’impiego, da quanto lo si svolge e la tipologia di reddito

I prestiti veloci per lavoratori: come avere le carte in regola

I lavoratori sono forse i soggetti che più facilmente possono accedere ai prestiti rapidi. Per loro, infatti, è molto semplice fornire delle garanzie a banche ed istituti di credito, che così saranno facilmente invogliate ad aiutare chi ne senta la necessità.

Al di là delle informazioni che dovranno essere inserite all’interno del modulo - presente sul sito della banca e dell’ente di riferimento - sarà infatti sufficiente fornire busta paga, CUD nel caso in cui il lavoratore sia dipendente oppure la dichiarazione dei redditi per chi è libero professionista.

Le (piccole) limitazioni per i richiedenti pensionati

Questo non vale, ad esempio, quando la persona che richiede il prestito ormai non lavora più e vive grazie alla sua pensione. La situazione però non è così grave come potrebbe sembrare.

Per i pensionati, infatti, sarà sufficiente inviare il cedolino della pensione e possedere il requisito dei 75 anni di età massimi.

Gli altri casi eccezionali di richiesta prestito veloce

Non solo lavoratori e pensionati, però. Spesso un prestito rapido può essere necessario ad altre categorie di debitori, come gli studenti, gli studenti-lavoratori e i cattivi pagatori. Esistono inoltre i cosiddetti prestiti veloci con cambiale.

Non sempre gli studenti hanno un reddito, e quando ce l’hanno spesso non è sufficiente a richiedere un prestito “normale”. Per loro esistono delle forme di credito rapido che, però, sono limitate soltanto a determinati tipi di spese. Si tratta infatti di quei finanziamenti per gli studi, e che perciò devono essere usati per le spese universitarie, come libri e corsi.

Altre opzioni sono quelle per i cattivi pagatori, ossia coloro che in passato hanno avuto problemi nel ripagare un debito acquisito con una banca o un istituto di credito. Nel loro caso, al contrario ad esempio degli studenti (che spesso ricevono tassi di credito agevolati), i tassi d’interesse saranno semplicemente più alti della norma.

Infine, è possibile richiedere dei prestiti veloci con garanzie diverse dal solito. Si tratta dei cosiddetti crediti con cambiale, ovvero quando a garanzia del prestito viene fornita all’istituto la possibilità di pignorare un determinato bene nei casi di insolvenza.

Più Crediti & Prestiti